Siglata l’intesa tra Spazio alla Responsabilità e Agenda 21 per Carditello e i Regi Lagni

Risultati immagini per agenda 21 per carditello

Trasparenza e legalità, sostenibilità ed innovazione alla base della partnership

Sull'opportunità di scambiare le positive esperienze di cooperazione e collaborazione sinergica tra pubblico e privato, profit e no profit e con l'obiettivo di creare un coordinamento proattivo sui reciproci impegni legati allo sviluppo sostenibile e responsabile dei nostri territori, si basa l'intesa siglata oggi tra le associazioni Spazio alla Responsabilità e AGENDA 21 PER CARDITELLO E I REGI LAGNI.

"Con questo protocollo, il Forum Permanente della Responsabilità Sociale nel Mediterraneo si arricchisce di un'altra importante esperienza -dichiara Raffaella Papa Presidente di Spazio alla Responsabilità - che testimonia la possibilità di raggiungere risultati concreti  quando si riesce a costruire un processo partecipato e condiviso tra tutte le parti interessate. Una strada da noi intrapresa da alcuni anni è che oggi vede due grandi obiettivi: costruire una rete di organizzazioni tutte convergenti sulla necessità di mettere al centro delle proprie priorità i valori della trasparenza e della legalità, della condivisione e della partecipazione,  della sostenibilità e dell’innovazione e nel contempo far emergere quei modelli virtuosi di sviluppo locale affinchè possano essere replicati in diversi ambiti territoriali, divenendo patrimonio diffuso.».

Nato dalla positiva esperienza campana, il Forum Permanente della Responsabilità Sociale nel Mediterraneo è stato lanciato con la presentazione a giugno 2016 della Carta di Napoli, un manifesto dei valori e degli obiettivi concepito per coinvolgere organizzazioni dell'area euro-mediterranea - con criticità e opportunità diverse rispetto ai paesi del nord, - nell'affrontare insieme le sfide legate ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile lanciati con l’Agenda 2030 dalle Nazioni Unite.

"L'Agenda 21 per il Real Sito di Carditello e per i Regi Lagni è un coordinamento di cittadini, enti ed associazioni nato in relazione al processo di realizzazione del Grande Progetto di risanamento ambientale del corridoio ecologico dei Regi Lagni, -dichiara Raffaele Zito Presidente dell'omonima associazione - un modello di "cantiere aperto",  ispirato ai principi di pianificazione e partecipazione per l’ambiente e lo sviluppo sostenibile, dettati dall’ONU e che trova piena coerenza con i valori e gli obiettivi promossi dalla Carta di Napoli. Siamo certi che la nostra adesione al Forum Permanente della Responsabilità Sociale nel Mediterraneo possa essere un altro importante tassello per ampliare la rete dei soggetti coinvolti ed accelerare il processo di rilancio e dunque di riscatto di tutto il territorio".

Tra le prime attività in cantiere, la costruzione di un laboratorio territoriale che, come articolazione locale del Forum, lavori per diffondere i principi promossi dalla Carta di Napoli ed orientare gli impegni verso la piena integrazione della responsabilità sociale nella governance di tutte le organizzazioni coinvolte.