Lanciato il progetto PReSS4SupplyChain

Il Salone della Responsabilità Sociale Condivisa non è solo un convention annuale di riferimento nel Mediterraneo per agevolare il confronto tra pubblico e privato, profit e no profit ma soprattutto un grande tavolo di lavoro per presentare i risultati delle iniziative portate avanti sul territorio e dare avvio a nuove progettualità mirate alla diffusione della Responsabilità sociale nella gorvenance delle nostre imprese.

In tal senso si inquadra il Progetto PReSS4SupplyChain, promosso da Intramedia, trai Main Partner dell'evento, con l'obiettivo di rafforzare il ruolo delle grandi imprese attive sul nostro territorio come driver verso lo sviluppo sostenibile, stimolandole e supportandole nella realizzazione di Percorsi di Responsabilità Sociale e Sostenibilità (PreSS)in linea con gli impegni presi con gli stakeholder di riferimento.

L’iniziativa si propone di rafforzare il ruolo delle grandi imprese, con particolare riferimento ai big player attivi sul territorio campano, come driver verso lo sviluppo sostenibile stimolandole e supportandole nella realizzazione di Percorsi di Responsabilità Sociale e Sostenibilità all'interno dell'organizzazione e lungo la catena di fornitura.

Il progetto si basa sull'implementazione di uno o più moduli del PReSS, una piattaforma strategica e operativa concepita con una visione integrata dei diversi processi aziendali, al fine di conoscere ed incontrare le esigenze dell'impresa in base ai diversi livelli di integrazione della Responsabilità Sociale e Sostenibilità nel proprio modello di business e poi nelle relazioni con il mondo della fornitura, utilizzando tra le azioni possibili l'allineamento ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs)e tra i diversi strumenti disponibili la leva del Rating di Legalità.

Quale unico indicatore non finanziario riconosciuto dalla legge italiana che premia le imprese virtuose nell'accesso al credito e ai finanziamenti erogati dalla P.A., il Rating di legalità è oggi da considerarsi un concreto strumento di qualificazione delle imprese, nei rapporti con il mercato e lungo la supply chain, che va inquadrato nell'ormai evidente necessità di valutarne l’affidabilità ‐ oltre il mero rispetto delle leggi ‐ in virtù delle performance ambientali e sociali (criteri ESGEnvironmental,Social e Governance) e nella capacità di generare valore non solo per gli azionisti, rispettando le persone e l'ambiente.