CSR e Rating di Legalità nel sistema dei trasporti

20/03 | Tavola Rotonda con gli Stakeholder

Dall'intesa tra l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale e l’associazione Spazio alla Responsabilità parte, con questa prima tappa, una serie di incontri ed iniziative rivolte a tutti gli stakeholder del comparto per promuovere la cultura della responsabilità sociale come modello di sviluppo delle imprese e del territorio, capace di conciliare la sostenibilità economica con quella sociale ed ambientale in linea con i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l'Agenda 2030.

Un percorso che si propone di diffondere i principi ed i valori che devono guidare una gestione responsabile dell'impresa, ma anche gli strumenti e gli incentivi ad oggi disponibili per accedere a nuove opportunità di mercato. Un processo di condivisione delle esperienze e delle buone prassi adottate che vuole enfatizzare il ruolo di stimolo delle grandi imprese chiamate a rivedere le proprie politiche per mantenere gli impegni presi con il mercato in termini di sostenibilità.

Al centro dei lavori di questo primo appuntamento il Rating di Legalità, con la presentazione dei dati sugli accreditamenti nel 2017, triplicati rispetto al 2015 e dei diversi bandi di finanziamento che lo adottano come criterio di premialità al fine di stimolare il confronto con i diversi stakeholder e promuovere i vantaggi collegati alla sua più ampia diffusione anche nel comparto
portuale e nel sistema dei trasporti in senso più ampio.

Quale unico indicatore non finanziario riconosciuto dalla legge italiana che premia le imprese virtuose nell'accesso al credito e ai finanziamenti erogati dalla P.A., il Rating di legalità è oggi da considerarsi un concreto strumento di qualificazione delle imprese, nei rapporti con il mercato e lungo la supply chain, che va inquadrato nell'ormai evidente necessità di valutarne l’affidabilità ‐
oltre il mero rispetto delle leggi ‐ in virtù delle performance ambientali e sociali (criteri ESGEnvironmental,Social e Governance) e nella capacità di generare valore non solo per gli azionisti, rispettando le persone e l'ambiente.

In tale scenario si inserisce  il progetto PReSS4SupplyChain, presentato dall’Associazione Spazio alla Responsabilità in collaborazione con la Intramedia srl in occasione del 5° Salone Mediterraneo della Responsabilità Sociale Condivisa, tenutosi presso la Camera di Commercio di Napoli a giugno 2017. L’iniziativa si propone di rafforzare il ruolo delle grandi imprese, con particolare riferimento ai big player attivi sul territorio campano, come driver verso lo sviluppo sostenibile stimolandole e supportandole nella realizzazione di Percorsi di Responsabilità Sociale e Sostenibilità all'interno dell'organizzazione, utilizzando tra le azioni possibili l'allineamento ai 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDGs) e tra i diversi strumenti disponibili la leva del Rating di Legalità per poi promuoverne la conoscenza nella rete delle PMI lungo la catena di fornitura.

Tra le organizzazioni presenti: EITD scarl, Consorzio Nazionale Sicurezza, RisLab, Terminal Traghetti Napoli srl, INTERSPED S.A.S., Compagnia Marittima Meridionale srl, CSV Napoli, ASSOSPENA, FIT CISL, Fondazione Matching Energies, GAM Editori srl, ACEN, Assoagenti, Monte dei Paschi di Siena, Marevivo, International Propeller Club‐Porto di Napoli

Raccolti i punti di vista degli Stakeholder presenti, la sessione dei lavori si è chiusa con la proposta di più linee di azione:
1. La prima legata al pieno recepimento dei 17 SDGs e delle norme sul rating di legalità nell'ambito del processo di qualificazione delle imprese gravitanti nell'orbita dell’Autorità Portuale e come criterio di premialità
2. La seconda, seconda, volta alla costituzione di un tavolo di lavoro in seno all'ADSP con la partecipazione di EAV, già Partner del CSRmed Forum, la disponibilità raccolta da parte di Gesac, Assospena e del Cluster Marittimo con il coinvolgimento delle articolazioni confindustriali di riferimento, per definire insieme le possibili linee operative del progetto PReSS4SupplyChain.
3 La terza mirata a far convergere sinergie per affrontare il tema delle competenze e le nuove figure professionali necessarie ad accompagnare le pmi verso una moderna visione di impresa capace di dare il proprio contributo allo sviluppo sostenibile migliorando i propri impatti e mitigando i propri rischi.

I primi risultati saranno presentati alla 6a edizione del Salone Mediterraneo della Responsabilità Sociale Condivisa previsto presso la Camera di Commercio di Napoli dal 24 al 26 ottobre 2018 in occasione della Settimana Europea della Sicurezza sui Luoghi di Lavoro.